Cuvée de Prestige della Maison Veuve Clicquot “La Grande Dame 2006”: la degustazione

Creato nel 1962 e lanciato nel 1972 per celebrare il bicentenario della Maison, La Grande Dame è uno Champagne che rappresenta tanto un tributo a Madame Clicquot quanto il riflesso del territorio Veuve Clicquot. Per descrivere lo stile de La Grande Dame, quattro parole ne riassumono al meglio l’essenza: freschezza, setosità, eleganza e mineralità.
L’assemblaggio di base de La Grande Dame 2006 è costituito dal 53% di Pinot Noir proveniente dai Grand Crus di Aÿ, nella Grande Vallée de la Marne, e di Verzenay, Verzy, Ambonnay e Bouzy, nella Montagne de Reims. Lo Chardonnay forma il 47% dell’assemblaggio e proviene esclusivamente da tre Grand Crus: Avize, Le Mesnil-sur-Oger e Oger, nella Côte des Blancs.
Il colore è intenso con riflessi dorati. Il naso iniziale rivela uno sfondo minerale, salino, seguito da note floreali (acacia, peonia) e di frutti freschi (pesca, pera) e infine da note più tostate di nocciole e di mandorle tostate. Quando ossigenato, il bouquet diviene ricco e voluttuoso, con note di brioche, torroncino, zenzero e limone candito. In bocca è corposo e ben strutturato. La consistenza è croccante e setosa. La mineralità del calcare si sposa brillantemente con la corposa struttura e contribuisce alla lunghezza del finale. La nota finale è fresca e generosa, alludendo a un dosaggio discreto seguito da un lungo periodo di invecchiamento post-sboccatura che non disturba il naturale equilibrio del vino.

La Maison Veuve Clicquot sarà la protagonista della terza edizione di IDENTITÁ DI CHAMPAGNE, appuntamento che si terrà all’interno del più importante congresso di cucina italiano, Identità Golose dal 3 al 5 marzo prossimi. Durante i tre giorni si alterneranno una serie di incontri in cui le prelibate creazioni di alcune grandi donne dell’alta ristorazione italiana (Cristina Bowerman, Martina Caruso, Caterina Ceraudo, Gaia Giordano, Antonia Klugmann, Rosanna Marziale, Aurora Mazzucchelli, Viviana Varese, Marianna Vitale) verranno abbinate alla Cuvée de Prestige della Maison Veuve Clicquot: La Grande Dame 2006. Questa scelta vuole sottolineare la volontà di Veuve Clicquot di accostare un prodotto d’alta gamma, come La Grande Dame, al mondo degli eccellenti talenti femminili in cucina. Durante la durata di Identità di Champagne ci sarà l’occasione per far conoscere l’importante progetto portato avanti in questi anni da Veuve Clicquot: Atelier des Grandes Dames. Un network che ha lo scopo di sostenere i talenti femminili dell’alta ristorazione dando un riconoscimento all’impegno di queste donne, valorizzandone il successo e l’imprenditorialità, traendo ispirazione dalla figura da Barbe-Nicole Ponsardin, Madame Clicquot.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailby feather