Dal 2007 «The Italian Wine Journal»  assieme al Grand Jury Européen (la massima autorità in Europa per le degustazioni professionali) e ad AssoEnologi organizza il Campionato del Mondo riservato agli Champagne ed ai Vini Spumanti elaborati col Metodo classico.  Si tratta dell’unico «talent» al mondo che vuole scoprire i nuovi e migliori interpreti (ovunque si trovino) della “rifermentazione in bottiglia”, il metodo codificato alla metà del Seicento da Dom Perignon.
Giunto quest’anno alla 15.ma edizione, il Challenge è sempre presieduto da importanti personalità della spumantistica – da Francois Mauss a Severino Barzan,  Tom Stevenson, Alessandro Scorsone, Paolo Baracchino, Roberto Cipresso, Giampietro Comolli e Riccardo Cotarella – mentre la Giuria è formata da esperti internazionali (enologi, sommelier e giornalisti). Il Challenge ha messo in evidenza – primo al mondo – la «nuova» spumantistica: Regno Unito, Brasile, Russia, Stati Uniti, India, Cina e, nel nostro Paese, quella dell’Italia del Sud.
The Italian Wine Journal (avviato nel 2003) fa parte del gruppo «L’Adige di Verona» storico giornale scaligero (è stato fondato il 15 ottobre 1866) che comprende anche Foodyes.it, una testata specializzata nell’agroalimentare. Il Gruppo si sviluppa come piattaforma di informazione on line con oltre 1,5 milioni di visite l’anno e due mensili free-press con una distribuzione certificata di un milione di copie l’anno.
Al Challenge internazionale Euposia sono ammessi Champagne e Spumanti nelle seguenti categorie: Brut, Extrabrut, Pas Dosé. I campioni verranno degustati alla cieca; i Giurati non sapranno da quale area geografica provengono i vini. I vini saranno però assaggiati per singola area di provenienza (Metodo classico Italiani; Metodo classico Francesi; Metodo classico Spagnoli; Metodo classico Internazionali; Bio; Metodo classico Rosé ecc): non ci sarà dunque uno Champagne degustato assieme a Cava o Franciacorta ad esempio; i voti vengono espressi in 100/100 ed i voti inseriti in forma anonima nel database. Dopo la chiusura delle degustazioni si completa l’inserimento dei voti ed avviene la ratifica delle classifiche ad opera del Presidente di Giuria.
___________________________________________________________________
I CAMPIONI DEL MONDO
-> 2008 Champagne Bollinger, France
-> 2009 Nyetimber, UK
-> 2010 Villa Rinaldi, ITA
-> 2011 Champagne Ayala, France
-> 2012 Ancre Hill Vineyards, UK
-> 2013 Durin, ITA
-> 2013 Fongaro, ITA (Native grapes)
-> 2014 Weinguter Wegeler, Germany
-> 2014 Gramona, Spain (Native grapes)
-> 2015 Champagne De Saint Gall,  France
-> 2015 Sacramundi, ITA (Native grapes)
-> 2016 Cantina di Aldeno, ITA
-> 2016 Tenuta Roletto, ITA (Native grapes)
-> 2017 Vauversin, Champagne-France
-> 2017 Gramona, Cava-Spain (Bio)
-> 2017 Az.Agr. Cirotto, ITA (Native grapes)
-> 2018 Champagne Gardet, France
-> 2018 Spier 1692, RSA, (Bio)
-> 2018 Sacramundi, ITA , (Native grapes)
-> 2019 Champagne Paul Chollet
-> 2019 Eric Rominger, FRA (Bio)
-> 2019 Alex Belingheri, ITA (Native grapes)
-> 2020 non disputato causa pandemia
-> 2021Tenuta Villa Crespia, ITA
-> 2021Franciacorta 1701, ITA (Bio)
-> 2021  Eredi Legonziano, ITA (Native Grapes)
I CAMPIONI DEL MONDO ROSÈ
-> 2009 Bruendlmayer, Austria
-> 2010 Camel Valley, UK
-> 2011 Schlumberger Wein und Sektkellerei, Austria
-> 2012 Champagne Bollinger, France
-> 2013 Cesarini Sforza, Italy
-> 2014 Bellenda 1986, Italy
-> 2015 Zamuner, Italy
-> 2016 Camel Valley, UK
-> 2016 Cavicchioli Fratelli & Figli, Italy (Native grapes)
-> 2017 Kettmeir, Italy
-> 2017 Charlot Tanneux, Champagne-France (Bio)
-> 2017 Cave Mont Blanc de Morgex et La Salle, Italy (Native grapes)
-> 2018  Hattingley Valley, Uk
-> 2018 Santa Venere, Ita (Native grapes)
-> 2018 San Salvatore, Ita 1988 (Bio)
-> 2019 Camel Valley, UK
-> 2019 Dragone, Matera, ITA (Native grapes)
-> 2019 Cantina Sociale Trento, Ita (Bio)
-> 2020 Non disputato causa pandemia
-> 2021 ex aequo Gancia 1850, ITA, e Francesco Bellei, ITA
-> 2021 Patrick Boudon, FRA (Bio)
-> 2021 Cantina Dragone, Ita (Native grapes)
Nella foto da sinistra in piedi Severino Barzan, Alessandro Piubello, Bob Lindo, Charles Philipponat, Renato Rovetta, Alberto Ugolini, Goran Amnegard, Cinzia Coderin, Riccardo Cotarella, Maurizio Cattaneo, Carlo Rossi, Joaquin del Palacio Huerta, Giampiero Nadali, Elisabetta Tosi, Luciano Rappo.
Da sinistra in ginocchio Bernardo Pasquali, Beppe Giuliano, Roberto Cipresso, Jin Quiaoli, Branko Cucic, Fabio Mecca, Marcello Lunelli.

Facebooktwitterlinkedininstagramflickrfoursquaremail