Cosa può diventare il Verdicchio, nobile autoctono? Certamente un grande spumante Metodo classico come testimonia l’Extrabrut di Umani Ronchi.  Un blend, prima annata nel 2011, formato al 65% da Verdicchio e a chiudere dallo Chardonnay. I vigneti, di età compresa tra gli otto e i trenta anni, allevati a Guyot, sono situati nella fascia collinare che va dai 200 ai 350 metri sul livello del mare, sulle due sponde opposte della valle dell’Esino nell’area “classica” del Verdicchio Castello di Jesi.  La resa dei vigneti non supera mai i 70 q.li per ettaro. La vendemmia è eseguita a mano:  lo Chardonnay viene raccolto a metà agosto e il Verdicchio verso la fine dello stesso mese. Per ogni annata si scelgono, a seconda dell’andamento climatico, le uve dove si è mantenuto il giusto equilibrio tra accumulo di zuccheri e livello di acidità La fermentazione alcolica dello Chardonnay si svolge in vasche d’acciaio e il successivo affinamento avviene in legno piccolo per circa 8‐10 mesi. Il Verdicchio viene fatto fermentare e affinare per 10 mesi in serbatoi di acciaio. Successivamente viene eseguito l’assemblaggio tra le basi da spumantizzare provenienti da diverse annate, per poi iniziare la presa di spuma, che ha una durata di due mesi, a temperatura esterna controllata. L’affinamento in bottiglia, che continua per 30 mesi, garantisce l’inconfondibile sentore dovuto al contatto e all’autolisi dei lieviti. Dopo alcuni anni di sperimentazione, con prove di vinificazione e spumantizzazione di diversi vitigni e diversi blend, esce nel 2011 il Metodo Classico EXTRA BRUT Umani Ronchi. L’impiego di basi di diversa provenienza ha permesso di esaltare al massimo l’unicità del terroir di appartenenza, ovvero i migliori appezzamenti coltivati nell’area “Classica” del Verdicchio dei Castelli di Jesi. Una cuvée prodotta da uve di Verdicchio e Chardonnay fatte maturare sia in acciaio che in legno piccolo, per raggiungere una maggiore complessità aromatica. Il successivo affinamento sui lieviti per 30 mesi.
All’olfatto profumi netti, molto intensi, di frutta tropicale, fiori bianchi, una gentile nota erbacea e la crosta di pane; il palato è ampio, complesso, molto coerente con l’olfatto. Ottima bollicina, dalla spiccata personalità.

Facebooktwitterlinkedininstagramflickrfoursquaremail