Tutto nel segno dell’ecologia la missione esploratrice della piccola nave “Malmö” che accoglie la spedizione della The Perfect World Foundation (TPWF) diretta alle isole Svalbard nel cuore dell’Oceano Artico. A bordo, scelti in coerenza, i vini autenticamente biologici di Masi Agricola, dai vigneti argentini e toscani.
L’organizzatore TPWF è un’associazione no-profit per la conservazione e la protezione della natura e degli animali con base in Svezia, e vanta tra i tanti suoi ambasciatori internazionali Sarah Duchessa di York e Sylvia A. Earle oceanografa di fama mondiale agli onori della copertina del Time Magazine come Hero for The Planet.
La spedizione artica ha come scopo la diffusione e sensibilizzazione al tema del cambiamento climatico. Per questo a bordo sono state accolte anche 12 persone “comuni” – tra cui commercianti, fotografi, imprenditori, ecc. – come “nuovi ambientalisti” a scoprire con questa esperienza cosa significa una terra incontaminata minacciata dal mutamento climatico in atto nel pianeta.
E così Passo Blanco Masi Tupungato, esuberante bianco argentino, e Poderi BellOvile Serego Alighieri, rosso toscano di spiccata personalità, riscaldano gli animi sul suolo ghiacciato dell’arcipelago Svalbard (in antico norvegese “coste fredde”): il luogo abitato più a nord del mondo, alla latitudine 80°, a soli 900 km dal Polo Nord.
“A Masi siamo emozionati di far parte con i nostri vini biologici, espressione ultima della filosofia Masi Green, di questa impresa finalizzata a mettere in luce le criticità ambientali del nostro pianeta. L’eco sostenibilità per noi è un modo di essere, di operare con coscienza e rispetto per la natura” ha commentato Raffaele Boscaini, rappresentante della settima generazione di famiglia; “Masi Green è il nostro segno per restituire alla terra parte della generosità che ci ha regalato attraverso i prodotti.”

Facebooktwitterlinkedininstagramflickrfoursquaremail