Tannico, l’enoteca di vini italiani più grande del mondo e la start-up più finanziata del settore food-tech in Italia, annuncia un nuovo aumento di capitale da 2,5 milioni di Euro che porta a 8 milioni di Euro la raccolta di capitali realizzata in 5 anni. L’investimento, che vede anche la partecipazione pro quota dei soci del precedente round di finanziamento, è stato sottoscritto per oltre il 50% da NUO Capital, holding di investimento asiatica di proprietà della famiglia Pao/Cheng di Hong Kong.
Nel Consiglio d’Amministrazione, già composto da Marco Magnocavallo (Co-Founder e CEO di Tannico), Andrea di Camillo (Managing Partner del fondo P101), Stefano Saccardi (Board Member di Campari) e Matteo de Brabant (fondatore di Jakala e Alkemy), entra così anche Tommaso Paoli, CEO di NUO Capital.
Il presente round consentirà lo sviluppo di nuovi progetti fra i quali l’implementazione di Tannico.biz, il portale dedicato interamente al B2B Horeca, lo sviluppo di un progetto retail con l’apertura del primo WineBar Tannico a Milano e il rafforzamento della piattaforma Tannico.it, che si aggiorna costantemente per essere in linea con le richieste di un mercato in continua evoluzione.
“E’ con grande soddisfazione che do il benvenuto a Tommaso Paoli e NUO Capital nel capitale di Tannico – ha dichiarato Marco Magnocavallo, Co-founder e CEO di Tannico – Nei nostri piani di espansione all’estero, che ci vede già presenti e operativi in 20 Paesi, anche l’Asia è un mercato potenzialmente molto interessante: la possibilità di contare quindi sulla grande esperienza di un socio investitore di questa caratura e sulla sua profonda conoscenza del mercato locale rappresentano per noi una grande opportunità di crescita futura”.
“L`investimento in Tannico ci consente di dare seguito ad un approccio diverso – ha dichiarato Tommaso Paoli, founder e CEO di NUO Capital. Investiamo sia in aziende leader con lunga tradizione (ad esempio Terra Moretti Distribuzione nel settore vino), sia in aziende innovative, sempre con un approccio di minoranza e di lungo periodo, anche in considerazione del forte sviluppo dell`ecommerce in Asia. In Italia non potevamo che scegliere Tannico, di gran lunga il leader assoluto del segmento online, guidato da un management di lunga esperienza e azionisti di eccellenza.”
Tannico – fondato nel 2012 – ha raggiunto tutti gli obiettivi del piano di espansione 2017. Il sito, infatti, è oggi attivo in 20 Paesi nel mondo, vanta un’offerta di oltre 12.000 etichette di vini italiani da più di 2.000 cantine, ha registrato nel 2017 una crescita del 70% del fatturato a quota 11 milioni di Euro e ha servito oltre 85 migliaia di clienti nel mondo con più di 1 milione di bottiglie vendute. Grande successo infine anche per Wine Platform, il servizio che supporta le case vinicole sul piano tecnologico e logistico nella vendita dei propri prodotti delegando a Tannico la gestione di ordini, pagamenti, customer care, accise e pratiche doganali in Europa e nel mondo, al quale hanno aderito oltre 50 cantine fra le quali spiccano i nomi di Bellavista, Feudi di San Gregorio, San Leonardo e Zonin 1821

Facebooktwitterlinkedininstagramflickrfoursquaremail