Non è mai facile l’abbinamento vino-sport nonostante una completa dieta mediterranea – di cui il vino è parte integrante – sia alla base di una corretta pratica sportiva anche agonistica. Quindi un “ben fatto” alla Caminella, azienda vitivinicola orobica, che ha suggellato con due vini la sua collaborazione con l’Atalanta Bergamasca Calcio, storica compagine della nostra serie A, individuata quale ambassador ideale delle produzioni bergamasche.
Caminella ha realizzato due vini: un Rosso ed un Metodo classico Brut – entrambi battezzati “Atalanta” – in virtù di una partnership siglata dalla titolare di Caminella, Giovanna Terzi Bosatelli, e dall’AD di Atalanta B.C. Luca Percassi.
Questi i due vini:
Rosso Atalanta nasce con l’ambizione di coniugare la passione per i migliori frutti della terra bergamasca con la fede nerazzurra, che unisce centinaia di migliaia di supporter sotto il vessillo nerazzurro. Il risultato è un vino deciso e morbido con nel blend una maggioranza di uvaggio composta da merlot e da cabernet sauvignon. Caminella ha selezionato le uve da tre diversi vigneti in collina dando vita ad un vino dalle diverse sfumature. I vigneti sono adagiati sul fondo del “Sass de Luna”, roccia calcareo marnosa tipica delle Prealpi Orobiche da cui le nostre vigne traggono nutrimento. Ad impreziosire il Rosso Atalanta è il tocco di uve Franconia provenienti da piante quasi centenarie con una resa per ettaro bassissima; viti piantate agli inizi del Novecento e cresciute dunque negli stessi anni che vedevano la nascita della squadra nerazzurra. I mosti delle tre uve vengono vinificati separatamente e assemblati dopo la fase di affinamento, durante la quale vengono ripetute diverse degustazioni al fine di individuare le percentuali adatte al taglio. L’affinamento  dura 12-14 mesi in barriques di rovere francese e 6 mesi in bottiglia
Per celebrare la partnership con il club bergamasco, Caminella ha creato anche il Brut Millesimato Atalanta, un vino versatile, ottenuto da uve di Chardonnay e Pinot Nero. Il Brut Millesimato è diventato negli ultimi anni una colonna portante di Caminella, arrivando a sfiorare quasi il 25% della produzione totale. Le uve di Chardonnay e Pinot Nero precedentemente assemblate affinano sui lieviti ben tre anni. Le viti poggiano sul Sass de Luna (calcareo, marnoso) a oltre trecento m s.l.m. ed hanno un’età media superiore ai 15 anni. Il blend vede lo Chardonnay al 90% col Pinot nero a chiudere.

Facebooktwitterlinkedininstagramflickrfoursquaremail