Si è svolta lunedì 25 giugno la finale del concorso annuale indetto dall’Associazione Italiana Sommeliers Toscana che ha visto come vincitore il sommelier del ristorante Konnubio a Firenze Simone Loguercio. Loguercio, che da diversi mesi è il sommelier del ristorante in via dei Conti a Firenze, a casa di premi ne ha già portati molti, dimostrando di avere stoffa da vendere e la grinta di chi non si arrende mai. Vincitore nel 2014 della borsa di studio offerta dall’azienda vinicola toscana I Balzini, nel 2017 secondo Migliore Sommelier della Toscana, sempre nel 2017 Migliore Sommelier del Lambrusco e Migliore Sommelier dell’Albana e nel 2018 Migliore Sommelier del Sagrantino, oggi è ritenuto il sommelier più valoroso della Toscana.
Simone, campano di origini ed a Firenze dal 2000, conta su di una lunga esperienza in diversi bar di tendenza della città ed in ristoranti di alto livello, che hanno accresciuto le sue conoscenze e la sua sete di nuovo. La passione nei confronti del vino si è accesa in lui soltanto qualche anno fa ma le soddisfazioni, visti i traguardi già raggiunti, sono già tante e più che promettenti. Da dicembre 2017 Simone Loguercio lavora al ristorante Konnubio dove gestisce la cantina e consiglia le etichette che accompagnano le creazioni della nota chef Beatrice Segoni, caposaldo della ristorazione toscana e non solo. Konnubio è bar che apre le porte fin dalla mattina, offrendo colazioni al banco, per chi ha poco tempo, oppure a buffet, per chi vuole godersi il risveglio in pieno relax, con una scelta di dolci e piatti salati, tutti home made, che mette subito di buon’umore. Konnubio è ristorante, con una formula più smart per il pranzo, ed una più articolata per la sera. Konnubio è pausa pomeridiana, con the, infusi, dolci e tanto altro con cui rilassarsi. Konnubio è cocktail bar, attento sia alla selezione dei vini, sia a quella degli spirits ed alla loro mixology.

Facebooktwitterlinkedininstagramflickrfoursquaremail