L’amore britannico per le bollicine non accenna a diminuire, anzi. Flint Vineyard, con sede a Norfolk, è il primo vigneto inglese a realizzare spumante nello stile di un Prosecco, utilizzando il metodo “Charmat”, e lo ha presentato ufficialmente la scorsa settimana. Il nuovo vino, un Rosé, nasce da quattro vitigni aromatici diversi, al momento non dichiarati.
L’annuncio arriva lo stesso mese in cui un’altra azienda vinicola inglese, Fitz, con sede nel West Sussex, ha rilasciato uno spumante metodo Charmat. Il loro Fitz Sparkling White Wine è stato il primo “fizz” in stile Prosseco in Inghilterra a essere immesso sul mercato, dopo aver iniziato la fermentazione poco dopo Flint’s.
Il metodo Charmat, che prende il nome dal francese Eugene Charmat che lo brevettò sulla base del lavoro del nostro Martinotti, è diverso – com’è noto – dalla tecnica usata nei tradizionali spumanti inglesi, che usano il metodo tradizionale (cioè fermentato in bottiglia), come usato nello Champagne. Nel metodo Charmat, la fermentazione secondaria avviene in una vasca piuttosto che dopo l’imbottigliamento, dando vita a un vino più fruttato e accessibile.
Ben Witchell, nella foto, l’enologo di Flint Vineyard, laurea al prestigioso Plumpton College e formazione post-laurea nel Beaujolais è intenzionato a differenziare il suo Charmat dal Prosecco: «Questo non è un semplice spumante_ ho usato metodi come l’invecchiamento parziale delle botti (quattro mesi in barrique per un’aliquota del mosto) e il tempo prolungato sulle fecce di lievito con la produzione del vino base per cercare di ottenere maggiore complessità e consistenza nel vino finale ». Lo stesso Charmat è quello “lungo” con tre mesi di lavoro del vino in autoclave.
I due nuovi vini possono essere visti come dichiarazioni di intenti da viticoltori inglesi che sono sempre più fiduciosi nella vasta gamma di stili che possono produrre. Tuttavia, il nuovo stile può destare preoccupazione tra i tradizionali produttori spumanti del Regno Unito, che hanno speso molto tempo a costruire una reputazione per l’eccellente effervescenza maturata dalla rifermentazione in bottiglia.
Ben, che ha anche uno spumante metodo tradizionale già in produzione, ritiene che il metodo Charmat debba essere considerato uno sviluppo innovativo piuttosto che una minaccia. Ha commentato: «Usiamo diverse varietà di uva e frazioni di pressature diverse da quelle che usiamo nel nostro vino fermentato in bottiglia. E abbiamo deliberatamente indicato in etichetta il nostro Charmat per chiarire che non è un metodo tradizionale».
Charmat Rosé di Flint Vineyard è in vendita presso la cantina e online. Il prezzo è di poco meno di 22 sterline, il 30% in meno di un Metodo classico del Regno Unito.

Facebooktwitterlinkedininstagramflickrfoursquaremail