Debutta la nuova Cuvée UltraBrut di Villa Rinaldi: appena 4mila 770 bottiglie che ripropongono lo stile dei Primi Spumanti a Metodo Classico nati nelle antiche cantine della più celebrata maison di manipulant della spumantistica italiana. La Cuvée UltraBrut è contraddistinta dall’introduzione di alcune novità nelle fasi di produzione, di maturazione/affinamento per esaltare la straordinaria setosità e la sapidità che la contraddistinguono:  affinamento in barriques di origine francese, provenienti dal Massiccio centrale,  a tostatura zero;  maturazione “in punta”: dopo 48 mesi di contatto con lo spumante, le colonie di lievito rimangono per ulteriori 24 mesi nel collo della bottiglia. Si tratta di uno straordinario Chardonnay, le uve provengono dal Trentino, da vigneti posizionati a circa 700 metri sul livello del mare, in purezza, dal bouquet di lievito, salsedine, bergamotto, mora del gelso e nocciola fresca. Il perlage, danzante e sottilissimo, è quasi impalpabile. Il residuo zuccherino di questa Riserva Ultrabrut è pari a zero g/l. Come tutte le altre Cuvée Storiche, anche l’Ultrabrut viene prodotta esclusivamente nelle annate perfette: tra una edizione e l’altra, quindi,  possono intercorrere anche molti anni.  E’ da considerarsi, pertanto, un’ edizione rara della Maison.

Facebooktwitterlinkedininstagramflickrfoursquaremail