Quinto anno consecutivo per Appius, il vino da sogno di Hans Terzer. La Cuvée esprime i vertici qualitativi dell’annata, conferiti alla Cantina San Michele-Appiano e personalmente selezionate dal winemaker sulla base di una formula ottenuta negli anni di continue sperimentazioni vocate al raggiungimento della massima qualità. Appius 2014 rispecchia a suo modo il profilo climatico dell’annata 2014, considerata dai più come un’annata difficile a causa dei prolungati periodi di pioggia. Il winemaker Hans Terzer ha però fatto di necessità virtù, regalando un Appius brillante e vivo, dalle fondamenta comunque solide e stabili. Ancora una volta sono le uve bianche le protagoniste dell’esclusiva Cuvèe, con la netta predominanza dello Chardonnay (65%) a cui si aggiungono Pinot Grigio (15%), Pinot Bianco (8%) e Sauvignon Blanc (12%).
Colore giallo paglierino con brillanti riflessi verdognoli, il cui esordio al palato restituisce subito sensazioni di freschezza, finezza ed eleganza, con una carica morbida del frutto combinato di acidità e mineralità. Al naso l’impatto sensoriale è ricco: dapprima colpiscono profumi di fienagione, miele d’acacia e di frutta a polpa bianca come la pera Williams; in un secondo momento si fanno intensi i profumi di frutta tropicale, che si arricchiscono in un rinnovato assaggio di menta e ortica, fino a sensazioni vanigliate. Alla fermentazione alcolica e malolattica e l’affinamento per un anno in barrique / tonneaux, segue l’assemblaggio e un ulteriore affinamento di tre anni sui lieviti in tini d’acciaio inox prima dell’imbottigliamento. Appius, cui nome è radice storica e romana del nome Appiano, è nato quattro anni fa con l’annata 2010, poi 2011, 2012 e 2013.

Facebooktwitterlinkedininstagramflickrfoursquaremail