Gioca d’anticipo quest’anno l’evento Rosae Maris, dedicato al mondo dei vini rosati in continua crescita anche in Maremma! In scena venerdì 10 – per gli addetti ai lavori – e sabato 11 Maggio – per il grande pubblico – nella splendida cornice di Castiglione della Pescaia. Rosae Maris ha il patrocinio e la collaborazione del Consorzio e del Comune di Castiglione della Pescaia ed è quest’anno alla sua quinta edizione.

E’ ormai consuetudine, per i produttori grossetani, dedicare un weekend all’incontro dei sempre più numerosi appassionati di vino rosato, presentando la nuova annata. Sono previsti sia momenti pensati per gli operatori – con una masterclass a numero chiuso, in programma venerdì 10 maggio dalle ore 10.30 alle ore 12.30, tenuta dalla Master of Wine  Elizabeth Gabay  – sia quelli per appassionati e curiosi – i banchi di degustazione sabato 11 maggio dalle ore 11.30 alle ore 18.30 nella veranda panoramica dell’Hotel Miramare.

Crescono, per qualità e per interesse da parte del pubblico, i vini rosati della DOC Maremma Toscana attirando sempre più un pubblico anche giovane. Come in altri Paesi anche in Italia i millennials sembrano vedere nel rosato un vino piacevole, informale, facile da bere per chi si sta avvicinando a questo mondo per la prima volta.

Le date da segnare in agenda sono il 10 e l’11 maggio con le tante aziende che parteciperanno a Rosae Maris.

Per maggiori informazioni: info@rosaemaris.it

Il Consorzio Tutela Vini della Maremma Toscana nasce nel 2014 dopo il conferimento della DOC con l’obiettivo di promuovere la qualità dei suoi vini e garantire il rispetto delle norme di produzione previste dal disciplinare, dedicandosi, inoltre, alla tutela del marchio e all’assistenza ai soci sulle normative che regolano il settore. Oggi il Consorzio conta 312 aziende associate delle quali circa 90 vinificano le proprie uve e imbottigliano i propri vini – per un totale di oltre 5,9 milioni di bottiglie prodotte all’anno.Il Consorzio opera nell’intera provincia di Grosseto, una vasta area nel sud della Toscana che si estende dalle pendici del Monte Amiata e raggiunge la costa maremmana e l’Argentario fino all’isola del Giglio. Ai vitigni autoctoni – Ciliegiolo, Canaiolo nero, Alicante, Sangiovese, Pugnitello, Aleatico, Vermentino, Trebbiano, Ansonica, Malvasia, Grechetto –, si sono affiancate varietà internazionali come Cabernet Sauvignon, Cabernet franc, Merlot, Syrah, Viognier, Sauvignon, Chardonnay e Petit Verdot. Lo scopo della DOC Maremma Toscana è oggi quello di affascinare e stupire gli amanti del bello e del buono di tutto il mondo, valorizzando le diversità di questo sorprendente territorio e ampliando gli orizzonti del gusto toscano attraverso la varietà e la qualità dei suoi vini.

Facebooktwitterlinkedininstagramflickrfoursquaremail