Il secondo appuntamento con il #DrinkAlsace in Tour è fissato per lunedì 17 giugno presso l’Osteria Caffè Monte Baldo a Verona, dove la tradizione e la storia di questi vini e di questo luogo si uniranno in modo indissolubile. E se i bianchi alsaziani sapranno far innamorare gli ospiti per profumi e aromi unici che riportano all’Alsazia, il Caffè Monte Baldo saprà proporre tutta l’atmosfera locale, tipica, di questo luogo ricco di memoria.

Andrea Zarattini, Ambasciatore dei Vini d’Alsazia in Italia, condurrà i presenti nel viaggio alla scoperta della gamma dei vini d’Alsazia che inizierà con la prima Masterclass alle ore 15.00 e a seguire con la seconda alle ore 17.00, entrambe dedicate ad approfondimenti rivolti ai professionisti di settore, enotecari e ristoratori, che spazieranno dalle AOC ai Lieu – Dit sino ai Grand Cru. La serata terminerà alle ore 19.00 con l’aperitivo aperto al pubblico che potrà gustare i tipici “cicchetti” in abbinamento ai grandi bianchi alsaziani.

Tre saranno i produttori che parteciperanno con i loro vini a questa tappa. Si tratta del Domaine Maurice Schoech, di Vins Koely e della Cave de Turckheim.

Il #DrinkAlsace in Tour prosegue il 25 giugno a La Morra da More&Macine e il 9 settembre a Padova presso l’Enoteca La Moscheta. Tutti i rendez – vous si caratterizzeranno per vini di produttori alsaziani diversi già distribuiti sul mercato italiano.

L’iniziativa #DrinkAlsace in Tour poggia le sue basi proprio su un mercato, quello italiano, che da sempre è di grande interesse per la regione francese. I dati export sull’Italia sono decisamente positivi: ad oggi per tutte le AOC si riscontra un + 16,2% in volume rispetto al 2017 con 4 500 hl tradotto in bottiglie siamo a 600 000 ossia 50 000 casse da 12 bottiglie esportate di cui 3 300 hl (+ 21,4%) di vino fermo e 1 200 hl (+ 4,2%) di Crémant d’Alsace. Il tutto tradotto in valore si aggira intorno a + 15,7% per tutte le AOC.

Senza dimenticare il seguito di fan italiani sulla pagina Facebook, AlsaceWinesOfficial: oltre 13.100 in tutto, un dato che si traduce nella seconda community internazionale che segue i vini d’Alsazia.  Un numero destinato a crescere!

Facebooktwitterlinkedininstagramflickrfoursquaremail