Mauro Agnoletti, Giuseppe Blasi, Amerigo Restucci, Enzo Miceli, Vasco Boatto e Ugo Soragni sono i membri del Comitato scientifico dal direttivo dell’associazione l’Associazione per il patrimonio delle Colline del Prosecco di Conegliano e Valdobbiadene, presieduto da Marina Montedoro.

“Si tratta di sei figure accademiche e dirigenziali di alto profilo e assoluta competenza – sottolinea il presidente del Veneto, Luca Zaia – a cominciare dal presidente, il professor Restucci, e accomunando gli altri componenti, tutti protagonisti del percorso verso il riconoscimento del sito, l’ottavo nella nostra regione”.

“Le Colline del Prosecco sono un luogo unico per paesaggio, arte e cultura, storia e tradizioni – sottolinea Zaia -. Il loro riconoscimento come patrimonio dell’Umanità Unesco lo salutai come l’avvio di un nuovo rinascimento. Il comitato nominato oggi ha tutte le caratteristiche per consolidare questo obiettivo. In questo momento storico la giusta valorizzazione del territorio è ancor più indispensabile e strategica. È il volano per risollevare e rilanciare il turismo. La nomina del comitato scientifico che affiancherà l’Associazione per il patrimonio delle Colline del Prosecco di Conegliano e Valdobbiadene assicura il lavoro di sei componenti di spessore, grande esperienza e indiscusso valore che sapranno dare il loro importante contributo nella gestione e conservazione del sito Unesco”.

Facebooktwitterlinkedininstagramflickrfoursquaremail