Pardas, di Torrelavit, è l’undicesimo  membro del marchio collettivo Corpinnat dopo aver superato gli audit obbligatori: sale ancora, infatti, il numero delle cantine delle Penedes che producono grandi spumanti sotto una delle normative più esigenti al mondo in termini di rigore e qualità (uva 100% biologica, vendemmia manuale, vinificazione completa sulla proprietà, ecc.). Il marchio collettivo, nato nell’aprile 2018, è oggi composto da Gramona, Llopart, Nadal, Recaredo, Sabaté i Coca, Torelló, Huguet-Can Feixes, Júlia Bernet, Mas Candí, Can Descregut e, da oggi, Pardas, che diventa il primo membro a marchiare Corpinnat sin dalle sue prime bottiglie di spumante in produzione.

Infatti, le prime bottiglie di spumante Pardas non sono ancora sul mercato e non partiranno fino all’autunno, a quel punto la cantina ha scelto di rimandare il degorgement, con un chiaro impegno per un lungo invecchiamento. I suoi primi spumanti saranno invecchiati per 48 mesi, superando di gran lunga i 18 mesi minimi richiesti dalla normativa Corpinnat. Pardas diventa così la più piccola cantina del gruppo rispetto al numero di bottiglie spumante che produce. Pardas, fondata nel 1996, è il progetto vitale di due amici, Ramon Parera, enologo, e Jordi Arnan, agronomo, entrambi viticoltori di vocazione, per produrre i migliori vini possibili alla Finca Can Comas di Torrelavit. Ramón e Jordi, sono considerati soprattutto viticoltori. Producono i loro vini tranquilli dal 2004 evidenziando un ottimo lavoro nei loro xarello e nel recupero e valorizzazione della varietà sumoll.  Gli spumanti, invece, saranno Corpinnats brut nature dell’annata 2017, uno dei quali realizzato con le varietà Xarello e sumoll e l’altro è un sumoll blanc de noir in purezza. Entrambi gli spumanti sono ancora in affinamento e il loro degorgement è previsto per il prossimo autunno.

Facebooktwitterlinkedininstagramflickrfoursquaremail