(di Bernardo Pasquali). Tra le colline di Colognola ai Colli, nella provincia veronese, c’è un nuovo giovane produttore di vino con un’impostazione decisamente naturale, nel senso più profondo del termine. La sua passione per i cavalli e, per tutto quanto compone il creato, è un principio fondamentale e costitutivo questa realtà per lo più banchista. Una proprietà piccola di circa 1,2 ettari, immersa nella profonda Val d’Illasi, a est delle colline veronesi.

Fu il bisnonno Ottavio a lavorare le vigne e produrre il primo vino nel lontano 1930. Oggi Piercarlo, non solo ci ha messo l’anima per costruire questo nuovo progetto ma, in etichetta, ci ha messo anche il nome, la sua firma. Oltre a ciò una parola di grande importanza che pone anche in rilievo una grande responsabilità produttiva: Le Verità.

Piercarlo Carcereri divide la sua vita tra cultura, cavalli, vigneto e trattore…

Il Piercarlo Carcereri IGT, è un vino  bianco non filtrato ottenuto da una fermentazione spontanea e naturale di tre vitigni cui: Garganega, Trebbiano e Malvasia. Lo stile produttivo di Piercarlo è sicuramente quello che si basa su macerazioni particolari ma mai in condizioni ossidative. L’utilizzo di azoto infatti avviene sin dalle prime fasi della pigiatura e vinificazione.  Le uve dopo essere state pigiate infatti, subiscono una macerazione pellicolare in pressa sotto azoto conferendo un colore più intenso e mantenendo tutte le loro caratteristiche organolettiche, evitando così un’ossidazione dannosa allo stesso.

Successivamente il mosto viene trasferito in una cisterna di cemento per la sua fermentazione dove, una volta avvenuta, lo si lascerà riposare, con tutti i suoi depositi. Fatto ciò, verrà poi spostato in una cisterna d’acciaio. Da li poi si passerà all’imbottigliamento.

Il bouquet floreale e fruttato di drupe gialle, pesca e albicocca matura con una bella componente agrumata, regalano un bel naso pulito e abbastanza complesso. Al palato è bello sapido e sostanzialmente salino con una buona acidità strutturale e una corretta coerenza aromatica-olfattiva. Finale di nocciola e mandorla sbucciata dolce. Un ottimo vino fresco da assaporare da solo e accompagnato da appetizers di pesce, crostacei e baccalà mantecato alla veneziana.

Il progetto di Piercarlo è quello di poter regalare sopratutto emozioni e portare nel bicchiere tutta la forza di un territorio semi-vulcanico – calcareo tipico delle zone di Colognola ai Colli. Terra ideale per le uve bianche, che esalta l’eleganza, l’identità e la caratterialità del vino. Il suo arrivo nel mondo dei vignaioli è stato comunque un sussurro ai cavalli, silenzioso ma potente con un prodotto che affascina nella sua semplicità e immediatezza.

Facebooktwitterlinkedininstagramflickrfoursquaremail